Edra, a story all its own


 

 

Edra nasce nel 1987 in Toscana, territorio ricco di storia, cultura, arte e sapienza produttiva. Il nome deriva dalla parola greca “esedra” – luogo filosofico destinato alla conversazione e all’incontro. Edra propone progetti originali, nati da un’inedita unione di tradizione e innovazione, alta tecnologia e abilità manuali, in una ricerca continua di nuove forme, alte prestazioni e nuovi materiali.

RICERCA 
La ricerca è il mezzo con cui Edra arriva a concepire i propri progetti e a realizzare i propri prodotti. Ricerca avanzata, parallelamente materica e tipologica, dove ogni dettaglio coinvolge le tecnologie più innovative e le capacità manuali più raffinate.

TECNOLOGIA 
Tecnologie avanzate, provenienti da ogni settore e applicate al design, vengono adottate nei prodotti Edra con grande capacità, ma senza essere esibite. L’hi-tech diviene semplicemente il modo per risolvere al meglio un progetto.

MANUALITÀ 
L’intervento manuale si applica a tutti i prodotti Edra, e ciò rende unici i risultati di una produzione seriale. I pezzi Edra sono quindi “finiti a mano” perché è l’unico modo per ottenerli e da un simile processo fatto di sapienza e attenzione, deriva un’altissima qualità.

MATERICITÀ
I materiali usati, sono portatori di qualità sensoriali, visive, tattili ed emozionali. Attraverso la materia, trattata con grande rispetto, secondo valori forti, assoluti e dai caratteri primari, Edra
raggiunge nuovi traguardi significativi per la forma.

COMFORT
Osservando il cambiamento dele abitudini, Edra determina nuove relazioni tra corpo e oggetti, creando forme e materie per nuovi e ineccepibili livelli di comfort.

 

Flap,  Francesco Binfaré, 2000
Un’inedita tipologia d’imbottito, nuova nelle prestazioni e nel profilo formale. La sagoma sinuosa del piano imbottito ha parti inclinabili, secondo varie angolature, che diventano schienali ed appoggi per offrire libere posizioni di relax. La struttura è in tubolare di metallo. Le parti mobili, agganciate singolarmente su doppi meccanismi d’acciaio, possono assumere ciascuna sino a sei diverse inclinazioni. Il basamento è in metallo spazzolato e cromato e i piedi sono in metallo cromato con finale antigraffio in alluminio e gomma. L’imbottitura è realizzata a mano con oltre 180 pezzi diversi di poliuretano elastico e traspirante. Dotato di retrorivestimento in lycra, è rivestito con pelli e tessuti a campionario. cm 355 x 166 H max 84, H seduta 34

Leatherworks, Fernando e Humberto Campana, 2007 
I circa 400 pezzi di pelle che occorrono per ogni poltrona, abilmente e liberamente sovrapposti, sono tagliati e assemblati manualmente, cosa che richiede un lungo e consistente lavoro, da cui il nome Leather Works. Le pelli di differenti grane sono stampate a texture alligatore e rettile oppure sono lisce e lucide nei colori come da campionario.